Vigili del fuoco assistono alcune suore dopo il crollo della basilica a Norcia (Ansa)
Vigili del fuoco assistono alcune suore dopo il crollo della basilica a Norcia (Ansa)

Norcia, 30 ottobre 2016 - Panico a Norcia per il terremoto di magnitudo 6.5 che stamattina alle 7.40 ha colpito la cittadina umbra. Stanno facendo il giro del web le immagini di alcune suore clarisse che, in pieno centro, fuggono dal monastero di clausura di Santa Maria della Pace. Il video dell'evacuazione mostra chiaramente la concitazione del momento. Le suore corrono verso un luogo sicuro. La più giovane delle religiose arriva correndo in piazza, le altre la seguono affannate: una, la più anziana del gruppo, non ce la fa a passare sopra le pietre e i calcinacci caduti, ma una squadra di vigili del fuoco la solleva e la porta a braccia verso la parte più aperta e sicura della piazza. 

Il sisma questa volta non ha risparmiato Norcia. La cittadina umbra ha subito gravi danni, con diversi crolli e almeno 6 feriti estratti dalle macerie. "E' come se fosse esplosa una bomba", ha detto a SkyTg24 il vice sindaco Pierluigi Altavilla.

I danni più gravi alla basilica di San Benedetto, nella piazza principale della cittadina. Ne rimane in piedi soltanto la facciata. La chiesa sorgeva su quella che secondo la tradizione era la casa natale dei santi Benedetto e Scolastica, nati nel 480 d.C. da una nobile famiglia, come riferisce  san Gregorio Magno nei suoi Dialoghi. Nel giugno del 1966 papa Paolo VI l'ha elevata alla dignità di basilica minore. La facciata, il portale laterale e la base del campanile appartengono alla fine del sec. XIV. (1389 per l'esattezza). I muri laterali sono stati ricondotti ad un'altezza unica durante il restauro che finì nel 1958. Nuove preoccupanti crepe si sono aperte nella piazza davanti alla basilica. 

image