"Nulla è deciso. Decideremo tra una settimana sulla ripresa della scuola, dipenderà dal picco della variante Omicron. Se abbiamo i numeri del Regno Unito, con 100mila contagi e gran parte di questi tra la popolazione non vaccinata o non vaccinabile, quindi anche tra i soggetti più giovani, un ritardo del rientro a scuola consente un rallentamento del virus". Così Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, rispetto all’ipotesi di un prolungamento delle vacanze natalizie per gli studenti. Contrari i dirigenti scolastici.