Sabato 20 Luglio 2024

Previsioni traffico estate 2024, ecco quando non conviene viaggiare in autostrada: i giorni da ‘bollino rosso’

Iniziano i fine settimana ‘difficili’ per chi va verso le località di mare. Le date in cui fare attenzione a partenze e rientri. La buona notizia? Nessun bollino nero. Il calendario dell’esodo

Il calendario dell'esodo estivo 2024

Il calendario dell'esodo estivo 2024

Roma, 28 giugno 2024 – L’estate entra nel vivo non solo dal punto di vista meteorologico, ma anche per ciò che riguarda il traffico verso le località di villeggiatura.

Il cosiddetto esodo estivo sta per partire e il prossimo sarà il primo dei cinque weekend destinati a far segnare un “significativo incremento della circolazione stradale”.

Approfondisci:

Bollino nero agosto 2024: il calendario dell’esodo e quando non possono viaggiare i Tir

Bollino nero agosto 2024: il calendario dell’esodo e quando non possono viaggiare i Tir

La conferma arriva da Viabilità Italia, secondo cui "in particolare, l'aumento del traffico in fase di partenza si scaglionerà con spostamenti a partire dal pomeriggio di venerdì, per tutto il sabato e con previsione di un consistente flusso veicolare di rientro, nel pomeriggio di domenica e residualmente nella mattinata di lunedì", con una sovrapposizione al traffico quotidiano di inizio settimana.

Approfondisci:

Il salasso dello spuntino nelle aree di sevizio delle autostrade

Il salasso dello spuntino nelle aree di sevizio delle autostrade
Approfondisci:

Pazza estate: ondata di caldo nel weekend, ma luglio porterà una nuova perturbazione atlantica

Pazza estate: ondata di caldo nel weekend, ma luglio porterà una nuova perturbazione atlantica

A Roma, la festività di sabato 29 giugno dei santi Patroni Pietro e Paolo potrebbe incrementare ulteriormente gli spostamenti del venerdì 28 giugno.

Previsto anche che il mese di luglio si chiuderà con il primo grande rientro dei vacanzieri che si potrebbe concentrare nella giornata di domenica 28 luglio e la mattina di lunedì 29.

Una buona notizia però c’è: in tutta l’estate non sono previsti giorni da ‘bollino nero’, e quindi particolarmente critici.

Vediamo nel dettaglio il calendario del traffico e dei ‘bollini’:

  • sabato 29 e domenica 30 giugno: traffico intenso (bollino giallo) mattina e sera
  • sabato 6 e 13 luglio: traffico intenso (bollino giallo) mattina e sera
  • sabato 20 e 27 luglio: traffico intenso con possibili criticità (bollino rosso) la mattina e intenso (bollino giallo) la sera
  • domenica 7, 14 e 21 luglio: traffico intenso (bollino giallo) la mattina e intenso con possibili criticità (bollino rosso) la sera
  • domenica 28 luglio: traffico intenso con possibili criticità (bollino rosso) mattina e sera.

Il calendario 2024 delle limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati nel periodo estivo, per i veicoli con massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate, prescrive le seguenti fasce di divieto:

  • domenica 30 giugno dalle 07.00 alle 22.00;
  • sabato 6 luglio dalle 08.00 alle 16.00
  • domenica 7 luglio dalle 07.00 alle 22.00
  • sabato 13 luglio dalle 08.00 alle 16.00
  • domenica 14 luglio dalle 07.00 alle 22.00
  • sabato 20 luglio dalle 08.00 alle 16.00
  • domenica 21 luglio dalle 07.00 alle 22.00
  • venerdì 26 luglio dalle 16.00 alle 22.00
  • sabato 27 luglio dalle 08.00 alle 16.00
  • domenica 28 luglio dalle 07.00 alle 22.00;

Come informarsi sulle condizioni del traffico

Notizie sempre aggiornate sul traffico sono disponibili tramite i canali del C.C.I.S.S. (numero gratuito 1518, siti web www.cciss.it e mobile.cciss.it), le trasmissioni di Rai-Isoradio, i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai e sul Televideo R.A.I.. Per informarsi sullo stato del traffico sulla rete stradale di competenza Anas è possibile, inoltre, utilizzare l'applicazione "VAI" o telefonare al numero unico 800.841.148. Informazioni in tempo reale sulla rete autostradale in concessione, sulle condizioni di viabilità e del traffico lungo le varie tratte e altre notizie utili per il viaggio, sono disponibili sui diversi canali attivati dalle singole Società concessionarie (siti internet, numeri dedicati, app, ecc.). Ulteriori informazioni sono riportate anche su www.aiscat.it.