Neve in città (Ansa)
Neve in città (Ansa)

Roma, 21 febbraio 2018 - Un'ondata di gelo "storica" sta per attraversare l'Italia. Le ultime previsioni meteo confermano in pieno quanto già annunciato, delineando in modo ancora più preciso una tendenza che era già stata tracciata dai modelli di calcolo. A partire dal weekend, e più precisamente dalla giornata di domenica, l'Europa sarà percorsa da venti siberiani (il cosiddetto Buran, chiamato gergalmente anche 'Burian'), con un notevole abbassamento delle temperature, "anche di 15/20°C", avverte 3bMeteo.it, il quale non esita a definire questa configurazione "un evento raro che entrerà negli annali" di meteorologia.  Lo Stivale non sarà risparmiato, anzi: in Italia sono previste "isoterme sino a -15/-20°C a 1500m circa,-25/-30°C a 3000 m circa". Per quanto riguarda invece la neve c'è ancora incertezza ma ha senso ipotizzare per la prossima settimana nevicate a quote basse  non solo al Nord ma anche al Centrosud. 

NEVE COPIOSA IN PIANURA - Pochi dubbi ci sono invece sulle nevicate che interesseranno nelle prossime ore il centro-Nord. La prospettiva ravvicinata nel tempo ci consente di avanzare previsioni più affidabili. Nella giornata di oggi, mercoledì 21 febbraio, la perturbazione che interessa la Penisola  si concentra nelle aree "tirreniche meridionali, le regioni ioniche e le Adriatiche, con fenomeni anche intensi tra Appennino romagnolo e Marche così come sul Salento", spiega Manuel Mazzoleni di 3bMeteo.it. Sul resto del  Centro Sud, bassa Val Padana e Alpi occidentali, i fenomeni saranno più deboli, ma potranno essere nevosi "sino a bassa quota in Emilia Romagna e basso Piemonte, a quote collinari altrove". 

DOVE CADRANNO I FIOCCHI - Nel corso di giovedì 22 si attende un ulteriore peggioramento a Centro-sud ma anche a Nord, "in particolar modo tra Val Padana, fascia pedemontana, alto Adriatico e Prealpi centro orientali". La neve cadrà "fino a quote pianeggianti sull'Emilia centro-occidentale, e fino a Bologna, Modena, Reggio Emilia, Forlì, Parma, Piacenza", scrive ilMeteo.it che identifica nel vortice depressionario in risalita da Centro-sud al Settentrione la causa di venti più freddi con aria umida. Fiocchi probabili anche sulla dorsale appenninica centrale, a quote collinari. "Nevicate anche sul Cuneese - dicono ancora gli esperti de ilMeteo.it - su tutto il Trentino Alto Adige, sui rilievi del Veneto e del Friuli Venezia Giulia fino a valle, locali nevicate lungo il Po lombardo". Anche la Toscana sarà interessata dalle precipitazioni nevose che potranno toccare la pianura. 

Meteo Emilia Romagna, allerta neve da Forlì a Reggio Emilia

EMILIA, NEVICATE "COREOGRAFICHE" - Sarà comunque l'Emilia la regione più colpita dalla neve. Qui gli accumuli potrebbero raggiungere  "i 7/15 cm su quasi tutti i settori centro-occidentali" nella gioranata di giovedì, e oltrepassare i 20 venerdì 23 febbraio. Ma si tratta, lo ricordiamo di previsioni approssimative. I fiocchi comunque sono attesi già da stanotte, come evidenzia Emilia Romagna Meteo che ipotizza una "nevicata coreografica" tra Parma e Cesena. Nella mattinata di domani fenomeni diffusi sono previsti anche in Pianura Padana e Veneto.

Cesena, allerta neve: servizio sms per avvisare i cittadini

ANCORA MALTEMPO - Il maltempo continuerà per tutta la giornata di venerdì 23 febbraio, risparmiando solo l'estremo Nordest e Sardegna. Meteo.it prevede "piogge sempre più diffuse a Centro-Sud" con "rovesci o temporali localmente anche forti in Sicilia su settore ionico", mentre la quota neve è in progressivo rialzo. In Emilia Romagna, la neve potrebbe lasciare progressivamente spazio alla pioggia, mentre i fiocchi proseguiranno fino a quote molto basse su Appennino, Emilia e settori a sud del Po, oltre i 400-500 metri altrove. Occhio ai venti, soprattutto allo Scirocco che soffierà forte a Sud, versante ionico. Bora al Nord. 

Qualche miglioramento è atteso per sabato 24, anche se le precipitazione continueranno a interessare "il Nordovest, l’Emilia Romagna e il settore peninsulare con neve ancora a quote basse specie a inizio giornata tra Nordovest ed Emilia" (Meteo.it). 

GELO SIBERIANO - Domenica, l'arrivo dell'aria gelida dalla Siberia, con temperature in picchiata, "anche di oltre 10 gradi al di sotto della media" scrive Meteo.it, "fino a 20" per 3bMeteo.it. "La possibile interazione del Burian con l'Atlantico potrebbe poi favorire l'arrivo di perturbazioni che porterebbero nevicate diffuse fino in pianura su molte regioni", ipotizza ilMeteo.it. La consueta cautela, quando si tratta di previsioni che superano le 48 ore, è d'obbligo. Ma i principali modelli meteorologici concordano: gelo sarà.