Dieci mesi di reclusione, doppi benefici di legge (sospensione condizionale e non menzione della condanna) e immediata liberazione. È la condanna inflitta dal tribunale di Torino a Sofian Naich, il rapper ‘Kaprio’, che, dopo essere stato sorpreso con oltre 2.600 dosi di hashish e marijuana, era accusato di detenzione a fini di spaccio. Per il giudice: "In certi ambienti la droga è ritenuta idonea a favorire la creatività. È plausibile l’uso personale o la cessione a terzi per il consumo di gruppo".