Torino, 17 maggio 2019 - Sono stati condannati a poco più di 10 anni di carcere per omicidio preterintenzionale i quattro giovani di origine magrebine accusati di avere scatenato il panico in piazza San Carlo a Torino la sera del 3 giugno 2017 spargendo spray urticante tra la folla a scopo di rapina durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League Juventus-Real Madrid. In piazza ci furono 1.672 feriti e, in seguito, morirono due donne per le lesioni riportate. Per i giovani i pubblici ministeri avevano chiesto pene di poco superiori ai 14 anni.

LA DIFESA -  "Mi aspettavo qualcosa di diverso, leggeremo le motivazioni e faremo appello". Così l'avvocato Basilio Foti, legale difensore di uno dei quattro ragazzi della banda dello spray. "Rimango convinto della nostra ricostruzione dei fatti - ha concluso l'avvocato - non ci fu la rapina all'origine della tragedia, questa non è giustizia".