25 apr 2022

Petrocelli choc: "Buona festa della LiberaZione"

"Buona festa della LiberaZione…", con la maiuscola – del tutto voluta – che richiama la lettera simbolo scelta dalla Russia per contrassegnare l’operazione militare in Ucraina. Il tweet del pentastellato Vito Petrocelli (foto), presidente della commissione Esteri del Senato e putiniano sfegatato, scatena un pandemonio politico. Non si contano i messaggi di riprovazione. L’uscita del senatore terremota anche i 5 Stelle. "Petrocelli è fuori". A firmare il provvedimento è il leader Giuseppe Conte: "Stiamo completando la procedura di espulsione". Petrocelli era da tempo discusso per le posizioni platealmente filorusse, ma "il suo ultimo tweet è semplicemente vergognoso", scrive Conte. "Il #25aprile è una ricorrenza seria. Certe provocazioni sono inqualificabili". Una risposta inevitabile per una forza che, pur esprimendo il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, è attraversata da un dibattito serrato sulla gestione diplomatica del conflitto. Lo stesso Conte vorrebbe un’Italia meno appiattita sulle scelte operate dalla Nato. Ma un conto è discutere e ragionare. Un altro celebrare gli aggressori.

g.ros.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?