Arrivi internazionali dell'aeroporto Heathrow di Londra (Ansa)
Arrivi internazionali dell'aeroporto Heathrow di Londra (Ansa)

Roma, 30 settembre 2021 - Ricordate la Brexit? Ecco, è arrivato il momento che il processo di uscita del Regno Unito dall'Unione europea faccia un passo avanti. Dal 1 ottobre 2021, non sarà più possibile entrare in Gran Bretagna senza avere con sé il passaporto, a meno di non aver già acquisito il diritto di permanenza sul territorio o di avere dei permessi particolari. A tal proposito sul sito del governo britannico sono segnalati tutti i dettagli della nuova normativa in materia di spostamenti verso l'isola: entrare in UK se sei cittadinp europeo, svizzeri o di un Paese dello Spazio economico europeo.

Sommario

Vediamo cosa servirà dal 1 ottobre per attraversare la frontiera del Regno Unito, tenendo presente che le regole valide per i cittadini italiani sono le stesse per gli altri Peasi Ue, Eea (Spazio economico europeo) e per la Svizzera. Sono indicazioni utili, a esempio, per chi intende andare a Londra, meta gettonatissima (fino all'era pre Covid) degli italiani, turisti e non. 

Chi deve esibire il passaporto?

Tutti coloro che vanno nel Regno Unito per un viaggio di piacere, di visita a familiari o amici, e vogliono rimanere fino a un massimo di 6 mesi.

Posso esibire la carta d'identità valida per l'espatrio se vado in UK dopo il 1 ottobre?

Solo se si rientra in una di queste categorie:

  • hai ricevuto il Settled Status, il permesso di soggiorno permanente cui ha diritto chi risiede continuativamente in Uk da 5 anni o più, oppure il Pre-Settled Status, un permesso temporaneo finalizzato a raggiungere i 5 anni minimi necessari per acquisire il Settled Status (EU Settlement Scheme);
  • hai fatto domanda per il Pre-Settled o Settled Status ma ancora non hai ricevuto il certificato;
  • hai un permesso di soggiorno familiare, EU Settlement Scheme family permit, che ti consente di andare e venire, studiare e lavorare in Regno Unito entro i 6 mesi di validità del permesso;
  • hai un permesso lavorativo di frontiera, che ti permette di lavorare un Uk ma vivere in un altro Paese;
  • hai nazionalità svizzera e possiedi un permesso speciale dedicato a chi lavora per un'azienda che fa base in Svizzera;
  • hai ricevuto il permesso di S2 Healthcare Visitor, cioè sei stato autorizzato a ricevere cure sanitarie specialistiche che rientrano nella categoria "S2 arrangement" o accompagni una persona che rientra in questa categoria. 

Solo in questi casi elencati puoi ancora entrare nel Regno Unito esibendo la carta d'identità valida per l'espatrio, e comunque al momento questa procedura è garantita solo fino al 31 dicembre 2025.

Devo andare nel Regno Unito per un periodo di studio, mi serve il passaporto?

, a meno di non avere già l'EU Settlement Scheme family permit. In ogni caso, è preferibile munirsi di passaporto valido e chiedere informazioni specifiche all'ufficio di competenza, ad es. segreteria universitaria, ufficio Erasmus ecc.

Oltre a esibire il passaporto, ho bisogno del permesso di soggiorno per entrare in Gran Bretagna?

Potresti aver bisogno di un permesso di soggiorno standard (Standard Visitor visa) se rientri in una di queste categorie:

  • devi partecipare a un'attività di lavoro, ad es. riunioni, convegni ecc.;
  • frequentare un breve corso di studi o partecipare a un programma di scambio accademico;
  • per ragioni medico-sanitarie, ad. esempio visite specialistiche private.

La necessità o meno di un permesso di soggiorno standard dipende dall'attività che si andrà a svolgere nel Regno Unito e dalla durata della permanenzaStandard Visitor visa

Posso andare in Irlanda del Nord, Scozia o Galles utilizzando la carta d'identità?

No, hai bisogno del passaporto. Irlanda del Nord, Scozia e Galles rientranto nel territorio del Regno Unito, quindi sono valide le stesse regole applicate per l'Inghilterra.

Salvo i casi elencati, per tutti gli altri è bene munirsi di passaporto valido in previsione del viaggio in Gran Bretagna, così da non incorrere in spiacevoli disguidi una volta arrivati al controllo di frontiera.

Quali sono le regole Covid?

Attualmente chi si sposta dall'Italia alla Gran Bretagna deve seguire necessariamente questo protocollo di sicurezza:

  1. presentare il risultato negativo di un tampone effettuato nei 3 giorni precedenti alla partenza, vanno bene sia molecolare sia antigenico purché raggiunga il 97% di accuratezza di risultato;
  2. compilare il formulario online "Travel locator form” nei due giorni precedenti alla partenza;
  3. effettuare due tamponi di controllo, entro il 2° giorno e 8° giorno, dopo l’arrivo in Gran Bretagna.

Se hai finito il ciclo di vaccinazione, devi effettuare un tampone di controllo entro il 2° giorno dopo l'arrivo in Gran Bretagna.

Se non sei completamente vaccinato, devi rispettare una quarantena di 10 giorni a un indirizzo appositamente segnalato ed effettuare due tamponi entro il 2° giorno e 8° giorno dall’arrivo in Gran Bretagna

Regole Covid: cosa cambia dopo il 4 ottobre?

A partire dal 4 ottobre 2021, le regole Covid per entrare in Regno Unito cambieranno e saranno collegate alla vaccinazione. Nello specifico, coloro che hanno completato il ciclo di vaccinazione in Italia (o in un paese europeo, USA e programma Uk per l'estero) entro 14 giorni prima della partenza per la Gran Brategna, saranno considerati vaccinati anche in Gran Bretagna e non sarà più necessario effettuare tamponi pre e post arrivo in Uk né rispettare la quarantena.

Se hai finito il ciclo di vaccinazione entro 14 giorni dalla partenza per il Regno Unito, devi avere con te un documento in cui siano esplicitati:

  • nome e cognome
  • data di nascita
  • tipo di vaccino fatto
  • data di ogni dose di vaccino
  • paese dove hai ricevuto il vaccino e nome dell'ente che ha emesso la certificazione di vaccinazione avvenuta.

Se non rientri nella qualifica di completamente vaccinato (ovvero hai ricevuto solo una dose, non sono passati 14 giorni dal completamento del ciclo vaccinale o non sei vaccinato affatto), dovrai seguire le regole Covid attulamente in vigore anche dopo il 4 ottobre 2021.