Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 giu 2022

Novoli, uccide la moglie 38enne e scappa: trovato morto

Femminicidio nella notte in Salento. La vittima, Donatella Miccoli, ammazzata con una coltellata. Dopo il delitto il marito era fuggito

19 giu 2022
Una donna di 38 anni, Donatella Miccoli, � stata uccisa con una coltellata da suo marito che al momento � ricercato. L'omicidio � avvenuto la scorsa notte nella loro abitazione a Novoli (Lecce), poco prima delle 2. Il nome del marito in fuga � Matteo Verdesca. Le ricerche del marito sono in corso anche con l'ausilio di un elicottero. 
ANSA/STEFANIA CONGEDO
Nel riquadro Donatella Miccoli e Matteo Verdesca. Sullo sfondo, la loro abitazione (Ansa)
Una donna di 38 anni, Donatella Miccoli, � stata uccisa con una coltellata da suo marito che al momento � ricercato. L'omicidio � avvenuto la scorsa notte nella loro abitazione a Novoli (Lecce), poco prima delle 2. Il nome del marito in fuga � Matteo Verdesca. Le ricerche del marito sono in corso anche con l'ausilio di un elicottero. 
ANSA/STEFANIA CONGEDO
Nel riquadro Donatella Miccoli e Matteo Verdesca. Sullo sfondo, la loro abitazione (Ansa)

Roma, 19 giugno 2022 - Ancora un femminicidio a Novoli, in provincia di Lecce. Una donna di 38 anni, Donatella Miccoli, è stata uccisa con una coltellata da suo marito che poi è scappato. A quanto si apprende l'uomo, Matteo Verdesca, è stato ritrovato morto carbonizzato all'interno dell'auto con cui era fuggito, anch'essa bruciata, alla periferia di Novoli, dove la coppia viveva con i due figli, un maschietto e una femminuccia. Ancora non è chiaro come l'uomo sia morto, ma non si esclude che possa essersi suicidato.

L'omicidio - secondo gli inquirenti scatenato dalla gelosia morbosa nei confronti della vittima - è avvenuto nella loro abitazione, poco prima delle due di notte. Ieri sera Donatella, suo marito coetaneo e i loro 2 figli sono stati visti insieme in piazza per la festa di San Luigi. Secondo prime testimonianze, i vicini di casa li avrebbero sentiti litigare. L'uomo, dopo aver colpito a morte la donna, è fuggito a bordo della sua autovettura, una Renault di colore bianco. Prima di far perdere le proprie tracce, Verdesca sarebbe passato a casa di sua madre a Veglie, paese in cui è nato, e le avrebbe detto: "Mamma, ho fatto un casino...". La madre, poi, avrebbe chiamato le forze dell'ordine per raccontare quanto accaduto. 

Le ricerche dell'uomo sono andate avanti per diverse ore anche con l'ausilio di un elicottero. Matteo e Donatella si conoscevano fin da ragazzini. Una coppia conosciuta, collaudata, il cui rapporto non faceva presagire la tragedia che si è consumata la scorsa notte. La vittima lavorava come commessa in un negozio all'interno del centro commerciale di Surbo (Lecce). In uno degli ultimi post sul suo profilo social, in cui compare l'intera famiglia, Matteo ha scritto "vi amo". "Anche noi", la risposta di Donatella. 

Notizia in aggiornamento

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?