8 feb 2022

Miss Ungheria scambiata per narcos Ora chiede 100mila euro

Una vita distrutta, una carriera stoppata sul nascere e tanti sogni infranti. Tutto per un errore, uno scambio di persona. La sfortunata protagonista di questa vicenda è Greta Gila, modella ungherese di 24 anni, tra le partecipanti a Miss Universo che, nel marzo del 2019, si trovava di passaggio a Roma per poi dirigersi verso Tokyo. Non poteva immaginare che quel giorno sarebbe iniziato un vero e proprio incubo, che l’avrebbe portata a trascorrere tre mesi in carcere da innocente. La modella venne scambiata per una trafficante di droga e arrestata: soltanto 10 mesi dopo, il 16 dicembre del 2019, i giudici hanno inviato una lettera in cui comunicavano di aver commesso un errore. Nel frattempo però la 24enne aveva trascorso tre mesi in carcere, perdendo numerosi lavori. Nonn solo. Ha iniziato a soffrire di insonnia, crisi di panico e depressione. Adesso Greta ha chiesto un risarcimento di 100mila euro, che i giudici della quarta sezione penale della corte d’Appello di Roma decideranno se accogliere o meno. La sentenza è attesa per il prossimo 22 febbraio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?