Intervento di soccorso della Ocean Viking (Ansa)
Intervento di soccorso della Ocean Viking (Ansa)

Tunisi, 5 luglio 2021 - Strage di migranti al largo di Sfax, in Tunisia. L'ennesima tragedia conta il ritrovamento di 21 cadaveri annegati in mare. Ne dà notizia la gendarmeria tunisina, che in un'altra operazione ha messo in salvo altri 50, affondati col barcone il 4 luglio. Secondo il responsabile della Mezzaluna Rossa tunisina di Medenine, i corpi potrebbero essere dell'ultimo naufragio sulle coste tunisine tra il 2 e 3 luglio scorso, dove i dispersi erano 43.

Questa notte la nave Ocean Viking di Sos Méditerranée ha soccorso 369 persone al largo della costa libica, ha reso noto la stessa Ong. Si tratta della sesta operazione di soccorso in pochi giorni: i migranti erano a bordo di una "grande imbarcazione in legno" che si trovava "in pericolo nella zona di ricerca e salvataggio libica".A bordo vi erano "9 donne, 1 neonato, 2 bambini e 110 minori non accompagnati". Attualmente la Ocean Viking ha a bordo 572 persone recuperate nell'ambito dei soccorsi.

Lampedusa, cento migranti ospiti dell'hotspot di contrada Imbriacola sono stati trasferiti con il traghetto Sansovino a Porto Empedocle. Nella struttura di primissima accoglienza restano 331 ospiti. 

Oltre 200 migranti sono stati soccorsi in 48 ore lungo le coste del Marocco, sia nell'Atlantico sia nel Mediterraneo. Le navi della guardia costiera marocchina hanno riportato gli scafi di fortuna nei porti più vicini, con a bordo 244 africani, per lo più di origine subsahariana che volevano raggiungere la Spagna.