Lampedusa, 30 giugno 2021 - Ancora una tragedia del mare. Ancora morti nell'ennesimo viaggio della disperazione. Sette migranti sono morti nel naufragio di un barcone proveviente dalla Tunisia avvenuto a circa 5 miglia da Lampedusa. Nove sarebbero dispersi e secondo i superstiti cinque di loro sarebbero bambini. L'imbarcazione sulla quale viaggiavano - secondo le prime testimonianze - si è ribaltata e molti di coloro che si trovavano a bordo sono finiti in mare.

L'imbarcazione si è rovesciata poco prima che iniziassero le operazioni di soccorso, "verosimilmente a causa dello spostamento dei migranti". È quanto ricostruito dalla Guardia Costiera. Durante le operazioni di soccorso, cinque migranti sono stati rianimati dai medici del Cisom che si trovano a bordo delle motovedetta delle Capitanerie.

I soccorritori hanno recuperato 46 superstiti, per sette non c'è invece stato nulla da fare. Sia i sopravvissuti che le salme sono state portate a molo Favarolo dove stanno per sbarcare. Sul posto, c'è la polizia che cercherà adesso di ricostruire la dinamica della tragedia. Tra le vittime, quattro sono donne, una delle quali incinta. La Procura di Agrigento ha aperto un'inchiesta al momento contro ignoti

La notte degli sbarchi

Quella appena trascorsa è stata la notte degli sbarchi a Lampedusa, con 256 migranti approdati sull'isola, a partire dalle 3,30, con quattro diversi barconi. Tre imbarcazioni sono state soccorse al largo, la quarta - con 6 tunisini a bordo - è invece riuscita ad arrivare, alle 7 circa, direttamente in porto.

Sbarchi che hanno fatto seguito a quelli di ieri quando l'ultimo era stato quello di un barchino con 18 persone a bordo, tra cui 5 donne. Anche per loro, dopo un primo triage sanitario al molo Favaloro, è stato disposto il trasferimento nell'hotspot di contrada Imbriacola, dove prima di loro sono stati condotti rispettivamente 12, 65 e 41 migranti, tra cui 36 donne e 11 minori, di cui tre non accompagnati. In poche ore sulla più grande delle Pelagie sono 136 i migranti approdati.

Bimba morta alle Canarie

Altro dramma dell'immigrazione alle Canarie dove una bimba di cinque anni trovata su un barcone alla deriva sul tragitto tra l'Africa occidentale e le isole Canarie è morta nella notte mentre veniva trasportata d'urgenza in ospedale da un elicottero dell'esercito spagnolo. Lo ha reso noto il servizio delle emergenze sanitarie regionale delle Canarie. Insieme alla bimba sono stati trasportati in elicottero anche una donna e un uomo, entrambi ricoverati. La donna è in condizioni critiche, mentre l'uomo è in condizioni gravi. Secondo fonti consultate dall'agenzia di stampa Efe, i migranti soccorsi hanno passato almeno 17 giorni sul barcone