Verona, 19 luglio 2018 - È morta Alessandra Lighezzolo, la 53enne rimasta ferita nell'incidente in A4 causato dall'auto guidata da Marco Paolini. Il decesso è stato dichiarato alle ore 20 nell'ospedale Borgo Trento di Verona. La donna era da due giorni in rianimazione, in condizioni disperate. La commissione che doveva accertare la morte cerebrale si era riunita intorno alle 14. Sei ore dopo è giunta la dichiarazione di morte. L'attore, inizialmente indagato per lesioni gravissime, dovrà ora rispondere di omicidio stradale

LA DINAMICA - L'incidente è avvenuto martedì pomeriggio sull'autostrada A4,  tra i caselli di Verona sud e Verona est. Secondo le prime ricostruzioni, la Volvo guidata dal 62enne attore bellunese avrebbe tamponato, per cause in fase d'accertamento, una Fiat 500 sulla quale viaggiavano le due donne. Nell'urto la vettura ha superato la barriera tra le due carreggiate, finendo sulla corsia della tangenziale ovest, che corre a fianco della A4. Paolini, sotto choc, era stato sentito a lungo dagli agenti della Polstrada, tenendo un atteggiamento fortemente collaborativo. L'attore non avrebbe escluso un momento di distrazione alla guida, senza tuttavia poter spiegare l'esatta dinamica che ha portato la sua vettura a tamponare la 500. Dopo l'incidente Paolini, che non avrebbe riportato conseguenze se si esclude lo stato di choc, era stato iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di reato di lesioni gravissime. 

ANNULLATO SPETTACOLO A BOLOGNA - A seguito dell'incidente, l'attore ha annullato lo spettacolo previsto per domani sera a Bologna per "motivi di salute". Allo stesso modo, è stato cancellato anche lo spettacolo previsto a Senigallia (Ancona) domenica prossima.