Il vaccino italiano rischia di non vedere mai la luce. Conclusa la fase 2, la sperimentazione è allo stallo per mancanza di fondi (promessi tempo fa). L’azienda biotech di Castel Romano,

Reithera, che ha messo a punto il siero GRAd-COV2, ha ricevuto solo 13 milioni degli 89 milioni da Invitalia, Regione Lazio e Cnr. Nello specifico, 81 milioni erano stati promessi da Invitalia, il cui ad è l’ex commissario Domenico Arcuri. La Regione Lazio ha stanziato 5 milioni, il Cnr 3 milioni, mentre l’azienda ha messo 12 milioni. Ufficialmente i fondi di Invitalia sono fermi per una questione burocratica, attendono l’ok della Corte dei conti.