Roberta Pistolato, 40 anni proprio ieri, e Angelo Vito Gasparro, 45 anni, morti nell’incidente di Mottarone, erano coniugi residenti nel Piacentino, entrambi originari di Bari. La coppia, residente da tempo a Castel San Giovanni, si trovava in gita al lago Maggiore per festeggiare il compleanno di lei. La famiglia in...

Roberta Pistolato, 40 anni proprio ieri, e Angelo Vito Gasparro, 45 anni, morti nell’incidente di Mottarone, erano coniugi residenti nel Piacentino, entrambi originari di Bari. La coppia, residente da tempo a Castel San Giovanni, si trovava in gita al lago Maggiore per festeggiare il compleanno di lei. La famiglia in Puglia, però, non ha più avuto sue notizie dalle 11 di mattina, quando la quarantenne ha inviato alla sorella l’ultimo sms: "Stiamo salendo in funivia". Roberta era fresca di studi in Medicina e lavorava come guardia medica alla Asl di Piacenza, poi negli ultimi mesi come medico vaccinatore.

È stata proprio la famiglia pugliese, al corrente che la 40enne si trovava in quella zona insieme al marito, una guardia giurata, a segnalare alle autorità che dalla mattinata che non si avevano più sue notizie, e che non rispondeva più al cellulare. Sembra, inoltre, che la vittima avesse perso un’altra sorella lo scorso anno a causa del Covid. L’anno scorso, il 13 settembre del 2020, aveva prestato giuramento, nella giornata dell’Ordine dei Medici, proprio a palazzo Gotico a Piacenza.

Entrambi venivano appunto da Bari e si erano trasferiti da qualche anno in provincia a Castel San Giovanni, centro di oltre 13mila abitanti conosciuto soprattutto come polo della Logistica. "Una tragedia immane. Mai avrei immaginato ci potessero essere nostri concittadini. Ci colpisce tutti come città, ci lascia sgomenti ancora una volta. È successo l’inimmaginabile, era una coppia giovane, inserita", dice la sindaca di Castel San Giovanni, Lucia Fontana. Roberta era molto conosciuta e apprezzata negli ambienti sanitari dove lavorava.