Nell’estate del 2020 Berlusconi decise di costruire un museo nel parco della Villa San Martino, ad Arcore.

Il museo, che sarebbe dovuto essere aperto

al pubblico, doveva contenere alcune delle opere più importanti della collezione d’arte del Cav.

Poi però a maggio di quest’anno, Silvio cambiò idea e il progetto si fermò. Si disse delusa la sindaca Rosalba Colombo: "Peccato, perché la pinacoteca avrebbe rappresentato un valore immenso non solo per Berlusconi, ma per tutta

la città di Arcore – dichiarò il primo cittadino –. Purtroppo questo periodo di pandemia

ha ostacolato l’iter".