"È impossibile oggi non pensare a Saman Abbas. Ci aggrappiamo

alla speranza,

ma la preoccupazione

per la sua sorte è enorme. L’Emilia-Romagna

non ha intenzione

di restare in silenzio. Ogni individuo

deve poter scegliere liberamente della propria vita, dovere delle istituzioni è difendere e garantire questo diritto.

È una battaglia di civiltà, che ci riguarda tutti

e non ammette divisioni". Così, sulla sua pagina Facebook, il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini commenta la vicenda della 18enne scomparsa da un mese dalla Bassa Reggiana e che si teme sia stata uccisa per aver detto no a un matrimonio combinato.