Justine Ang Fonte, esperta di educazione sessuale e consulente per le scuole Usa
Justine Ang Fonte, esperta di educazione sessuale e consulente per le scuole Usa
Lezioni di porno a scuola. E i genitori degli studenti della prestigiosa ed elitaria Columbia Grammar Preparatory School di Manhattan, che pagano non meno di 47mila dollari l’anno per consentire ai figli di frequentare l’istituto, vanno su tutte le furie. Il nuovo corso – riporta il New York Post – è stato aggiunto al curriculum scolastico senza che ne fossero a conoscenza, cogliendoli alla sprovvista. Anche gli alunni sono...

Lezioni di porno a scuola. E i genitori degli studenti della prestigiosa ed elitaria Columbia Grammar Preparatory School di Manhattan, che pagano non meno di 47mila dollari l’anno per consentire ai figli di frequentare l’istituto, vanno su tutte le furie.

Il nuovo corso – riporta il New York Post – è stato aggiunto al curriculum scolastico senza che ne fossero a conoscenza, cogliendoli alla sprovvista.

Anche gli alunni sono rimasto sorpresi: tutti si attendevano lezioni sull’eduzione sessuale e quindi incentrate sull’uso di preservativi o della pillola, invece si sono ritrovati a un corso di "alfabetizzazione pornografica".

L’insegnante del programma è Justine Ang Fonte, esperta di educazione sessuale che lavora come consulente in diversi istituti pubblici e privati degli Stati Uniti, relazionandosi con docenti e ragazzi. È stata lei a illustrare ai 120 studenti una presentazione sul "gap degli orgasmi" fra donne e uomini, densa di dati ma anche di immagini esplicite, con donne parzialmente nude, alcune legate, utilizzate come esempi per analizzare "la differenza tra pornografia e arte". Inoltre, è stato anche presentato un elenco dei termini pornografici più ricercati nel 2019 sui motori di ricerca, ed è stata citata OnlyFans, app usata per i mestieri legati al sesso. Sgomenti e imbarazzati i ragazzi, tutti tra i 16 e i 17 anni, che assistevano: molti di loro da casa, tramite videoconferenza, ma c’è anche chi si è ritrovato in palestra per guardare, si suppone in modo divertito, la lezione fuori dai canoni.

Molti genitori, però, non si sono divertiti per niente. E venuti a conoscenza del contenuto del corso, sono andati su tutte le furie. "È uno scandalo che la scuola voglia introdurre la pornografia nelle classi e iniziare a indottrinare i bambini. L’obiettivo – hanno spiegato i più arrabbiati – è distruggere le famiglie".

La cosa che ha colpito è stata la totale assenza di comunicazione. "Nessuno di noi sapeva, siamo stati lasciati completamente al buio", aggiungono alcune coppie, mettendo in evidenza come il problema non sia solo la classe sulla pornografia ma la tendenza generale, in alcune scuole degli Stati Uniti, verso scelte radicali.