Una gita con gli amici all’insegna dello svago e della serenità che, in un attimo, si tramuta in tragedia. Se non fosse tutto vero sembrerebbe la trama di un film dell’orrore quanto accaduto, sulle montagne che circondano Satriano, comune sul versante ionico delle Serre calabresi in provincia di Catanzaro, ad una ragazza di vent’anni di Soverato uccisa da un branco di cani randagi, più di una decina di pastori maremmani. La vittima si chiamava Simona Cavallaro (nel riquadro), risiedeva a Soverato ed era giunta qualche ora prima con degli amici per una scampagnata nella zona di Monte Fiorino, nei pressi di un’area picnic. Poi assieme ad un’altra persona ha deciso di addentrarsi nei boschi circostanti dove entrambi sono stati assaliti da un branco di cani. A nulla sono servite le urla e le richieste di aiuto della ragazza che circondata dai cani non è riuscita ad allontanarsi. La persona che era con lei, invece, sarebbe riuscita a mettersi in salvo trovando riparo in un capanno poco distante. Non si conoscono molti altri particolari anche perché il fatto è accaduto in una zona di montagna.