Ghislaine Maxwell è "l’ombra di se stessa": in carcere sta "appassendo". La complice del finanziere accusato di pedofilia Jeffrey Epstein e arrestata nel luglio 2020 sta "perdendo peso e capelli" e ha subito abusi fisici da un agente penitenziario in una perquisizione corporale. A denunciare le condizioni in cui è detenuta l’ex socialite britannica è la sua legale, Bobbi Sternheim. Maxwell non dorme la notte a causa della luce nella sua cella che si accende ogni 15 minuti. Il cibo che le viene consegnato quotidianamente non è commestibile, così come l’acqua è imbevibile. "Di recente, lontano dalla telecamera di sicurezza, Maxwell è stata messa nella sua cella di isolamento e abusata fisicamente nel corso di una perquisizione".