Con l’arrivo delle dosi Astrazeneca, seppur con la raccomandazione per gli under 55, la vaccinazione di massa è più vicina. Per questo le Regioni si stanno muovendo per organizzarsi con in testa

i grandi numeri: non solo per chi somministrerà le dosi, dai sanitari (oltre 15mila tra medici e infermieri) che hanno risposto al bando ai medici di famiglia, fino ai volontari, ma anche sulle strutture aggiuntive che dovranno affiancare le Primule sparse per le città. Le Regioni dunque cercano spazi, anche strategici oltre che capienti. Nel Lazio, a

Fiumicino, sorgerà il più grande hub vaccinale per la fase di massa: sarà allestito nel parcheggio lunga sosta dello scalo ed è tarato con postazioni sulle 12 piste in cui si potranno somministrare fino a oltre 2mila vaccini al giorno. L’hub è allestito grazie alla collaborazione tra Aeroporti di Roma, Croce Rossa e Asl territoriale e potrà essere attivo fin dall’arrivo delle dosi Astrazeneca, ovvero da metà febbraio.