1 Il ritrovamento

I corpi fatti a pezzi dei coniugi albanesi Shpetim, 54 anni e Teuta Pasho, 55 anni scomparsi il 2 novembre del 2015, sono stati ritrovati in quattro valigie in un terreno tra il carcere fiorentino di Sollicciano e la superstrada Firenze-Pisa-Livorno.

2 L’identificazione

La coppia (nella foto) era in Italia per fare una visita ai figli, uno dei quali detenuto in quel periodo proprio nel carcere di Sollicciano. L’identificazione è avvenuta grazie al test del Dna

e a un particolare tatuaggio rinvenuto su uno delle braccia contenute in una delle valigie.

3 La novità

Elona Kalesha, 36 anni, ex compagna di Taulant Pasho, figlio dei coniugi fatti a pezzi, è stata arrestata ‘per pericolo di fuga. La donna è accusata di omicidio, occultamento e vilipendio di cadavere.

Taulant Pasho attualmente è

in carcere in Svizzera.