Mercoledì 29 Maggio 2024

Immigrazione, missione a Tunisi

Migration

La Turchia la settimana scorsa, ieri la Tunisia e sabato sarà la volta dell’Egitto. I ministri italiani sono in tour nei Paesi di partenza e transito dei flussi migratori. La strategia per frenare gli arrivi, messa a punto dal governo nella riunione dell’11 gennaio a Palazzo Chigi presieduta dalla premier Giorgia Meloni, passa anche dagli accordi con questi Stati, oltre che dalla ricerca di una concreta solidarietà europea e dalla stretta anti-ong contenuta nel decreto legge che ha iniziato il suo iter.

Ed ecco che i ministri di Interno ed Esteri, Matteo Piantedosi e Antonio Tajani, sono volati ieri a Tunisi, dove hanno incontrato il presidente della Repubblica, Said Kaied ed il loro omologhi. Sostegno economico, partnership commerciali, quote maggiori nel decreto flussi a fronte di un più efficace controllo dei litorali ed un aumento del numero di rimpatri è la linea messa sul tavolo dalla delegazione italiana.

Nel fine settimana Tajani sarà in Egitto, altro Paese chiave sul fronte immigrazione. Ed in vista del Consiglio europeo straordinario del 9 e 10 febbraio, la stessa premier ha in programma una serie di contatti con i leader europei per illustrare la posizione dell’Italia sul dossier immigrazione, che sarà al centro del vertice.