Un po’ come i bimbi che soffrono quando papà e mamma divorziano. Stavolta, però, in mezzo a una coppia che decide di prendere strade separate, a forrire è un cane. E a quanto pare tanto stressato dall’avvenimento, al punto che all’ex padrone vengono vietate le visite. Succede a Treviso, dove la ex compagna dell’uomo non gli permette da mesi di vedere Blues, un meticcio, con il quale ha vissuto per 12 anni. Lui, Alessandro Novello, lancia un appello, sia per poter rivedere Blues sia perché situazioni del genere non capitino ad altri, magari anche grazie all’intervento della legge. Legalmente non può fare nulla, perché quando la coppia decise di prendere il cane fu la ex a intestarsi il chip dell’animale. Ma orNovello chiede che si arrivi a normare il rapporto tra proprietari e animali come fosse quello tra genitori e figli.

Blues ormai ha 12 anni, inizia a sentire i primi acciacchi e un veterinario di Padova ha ipotizzato che il cane soffra di stress perché sballottato tra due famiglie. E così all’ex padrone sono state vietate le visite per non turbare il meticcio.