Nicola Gentile in una foto su Instagram
Nicola Gentile in una foto su Instagram

Roma, 15 settembre 2021 - "Ciao sono Frodo": così, in italiano, ha esordito nel suo videomessaggio l'attore Elijah Wood per esternare il suo entusiasmo e dare manforte al progetto del pasticciere abruzzese Nicolas Gentile, il ragazzo di 37 anni "hobbit vivente" italiano che vuole trasformare la sua terra in una "contea" personale nel nome delle pacifiche creature che Tolkien descriveva così: "Io di solito disegno una figura quasi umana, non una specie di coniglio 'fatato' come alcuni dei miei recensori inglesi pensano: con un po' di pancia e le gambe corte. Una faccia rotonda e gioviale; orecchie leggermente appuntite ed 'elfiche'; capelli corti e ricci (bruni): I piedi, dalla caviglia in giù, coperti di peli bruni. Vestiti: calzoni di velluto verde; panciotto rosso o giallo; giacchetta marrone o verde; bottoni dorati (o ottone); un cappuccio verde scuro con il mantello (appartenente ad uno gnomo). Dimensioni importanti se ci sono altri oggetti nel disegno: diciamo circa tre piedi o tre piedi e sei pollici".

A Wood, 40 anni, Frodo nella trilogia cinematografica del Signore degli Anelli diretta da Peter Jackson tra il 2001 e il 2003, si sono uniti in una serie di videomessaggi pubblicati lunedì su Instagram, altri attori-Hobbit, che hanno espresso il loro apprezzamento per l'idea della  "contea Gentile" di Nicolas che già veste e vive come un hobbit  e il cui l'obiettivo è trasformare 2 ettari di terreno nelle campagne di Bucchianico, vicino a Chieti,  in un villaggio tolkeniano.

Un'idea "incredibile", l'ha definita Wood nel videomessaggio. E ha aggiunto, rivolgendosi a Nicolas: "Spero che questo ti renda felice e ti faccia star bene. Sono andato sulla tua pagina Instagram ed è incredibile quello che stai facendo. Adoro i costumi, le singole foto di set che hai fatto, davanti ai fuochi, fumando la pipa. È così bello. Molto bene! Non vedo l'ora di vedere i tuoi progressi e ti seguirò su Instagram. È così incredibile. Se mai dovessi trovarmi nel tuo regno dei boschi, nella tua contea, mi piacerebbe farvi visita". In un altro messaggio, l'attore scozzese Billy Boyd dice: “Conosco un amico di Nicolas! Sono io, Pipino Toc. Aiutiamo Nicolas a costruire la sua contea, che penso sarebbe una cosa meravigliosa!”.

Gentile, amante del fantasy, ha raccontato al "Guardian" la sua scelta di vivere come un hobbit spiegando che libri e film non gli bastavano più per soddisfare la sua passione per la saga del "Signore degli Anelli". "Stavo solo leggendo della vita di altre persone", ha detto. "Ho deciso che quella vita da Hobbit io volevo viverla. Alcuni pensano che stia cercando di fuggire dalla realtà”, ha aggiunto. "Ma non è così: io sto vivendo il mio sogno, la mia avventura. Acquistando quel pezzo di terra, l'ho sottratto a una realtà che non mi piace e lo sto plasmando come voglio".

Ad agosto, insieme a un gruppo di amici e fan del "Signore degli Anelli" vestiti da elfo, nano, hobbit, stregone, Gentile ha intrapreso il viaggio a piedi (piedoni?) da Chieti a Napoli, attraversando montagne e fiumi, per lanciare “l'Unico Anello” nel cratere del Vesuvio. Ha detto che il viaggio non era solo una stravagante passeggiata di fan o cosplay del "Signore degli Anelli", ma che voleva inviare un messaggio. “La terra oggi è minacciata dall'inquinamento e dall'emergenza climatica, nemici temibili quanto Sauron. Volevamo dimostrare che la nostra terra, come la Terra di Mezzo di Tolkien, deve essere salvata e protetta". Adesso, alla domanda su cosa abbia provato quando ha visto i messaggi degli attori del kolossal di Jacksoni, Gentile ha risposto: “Vedere la loro umanità, la loro emozione, per il mio progetto mi ha riempito di orgoglio e gioia. Ho capito che sono persone molto umili e semplici. Insomma, a pensarci bene, Wood, Boyd e Astin sono dei veri Hobbit".