La ministra tedesca Franziska Giffey lascia l’incarico al dicastero della Famiglia, dopo essere stata accusata di aver copiato la tesi del dottorato di ricerca nel 2010. Gioca d’anticipo l’esponente dei socialdemocratici e prima di ricevere l’esito del secondo procedimento di verifica della Freie Universitaet di Berlino che le ha conferito il titolo, lascia il posto alla guida del ministero della Famiglia, anziani, donne e giovani conservando invece la candidatura a sindaco di Berlino, il posto che le sta più a cuore. "Negli ultimi giorni si sono rinnovate le discussioni sulla mia dissertazione del 2010" ha detto Giffey aggiungendo che "i membri del governo, il partito e l’opinione pubblica chiedono chiarezza. Quindi ho deciso di rimettere il mio mandato come ministra". La politica 43enne ha sottolineato di non aver utilizzato il titolo da tempo, l’Università le ha già ritirato il dottorato. Nel merito però Giffey torna a ribadire "di avere scritto la mia tesi al meglio delle mie conoscenze e convinzioni", e che la scelta delle dimissioni rientra nel trarre "le conseguenze di un procedimento in corso che sta provocando danni".