22 set 2021

Frustate sui profughi al confine Usa Biden nella bufera: è peggio di Trump

Il pugno duro dei poliziotti texani che allontanano gli haitiani arrivati dal Messico scuote i Dem. Nuova grana per il presidente

giampaolo pioli
Cronaca

di Giampaolo Pioli Frustate e zoccoli che scorticano la schiena. Bambini che fuggono terrorizzati. Nelle stesse ore in cui Joe Biden dalla tribuna dell’Onu parla di "dignità umana" da difendere ovunque, sulle rive del Rio Grande, al confine tra Texas e Messico, i poliziotti di frontiera americani scudisciano selvaggiamente i disperati immigrati illegali che tentano di entrare in America, soprattutto provenienti da Haiti, per chiedere asilo politico. Immagini e video atroci, che hanno subito fatto il giro del mondo imbarazzando la Casa Bianca che le ha subito definite "orribili e inaccettabili". Gli agenti a cavallo, con i cappelli da cowboy, fanno ruotare le loro lunghe briglie di cuoio usandole come frustini e finiscono per colpire anche donne e bambini terrorizzati, urlando improperi contro di loro. Niente di compassionevole. E il punto è che quegli uomini con la camicia verde scura, armati anche di fucili a pompa, sono di fatto agenti federali, quindi alle dirette dipendenze del presidente degli Stati Uniti. "Nessuno che abbia visto quelle immagini può pensare che usare le fruste contro i migranti sia un atteggiamento accettabile, soprattutto da parte delle forze dell’ordine", ha detto con grande imbarazzo la portavoce della Casa Bianca. Il ministro dell’Interno Alejandro Mayorkas, anche lui immigrato figlio di rifugiati cubani, ha assicurato che "è già stata aperta un’inchiesta e i responsabili risponderanno dei loro atti: questa non è la nostra filosofia e non è in quel modo che quegli agenti sono stati addestrati". Per Biden però il problema degli esuli al confine col Messico è grave. Sono ormai oltre 10mila – per alcuni 20mila – le persone che bivaccano in condizioni igieniche disastrose sotto il ponte di Del Rio, che collega Stati Uniti e Messico, in tende e rifugi improvvisati fatte anche di coperte appese agli alberi. Il tutto in attesa che la loro richiesta ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?