Ferrari premia i dipendenti degli stabilimenti italiani. La casa di Maranello, che ha chiuso il 2020 – anno contrassegnato dall’epidemia da Covid – con un utile di 609 milioni di euro, in calo del 13%, darà nel mese di aprile un’integrazione del premio di competitività di 2.100 euro lordi, portando il valore base complessivo per ogni lavoratore a 7.526,14 euro. Tale cifra può essere riparametrata in base al numero di assenze, tra le quali non sono conteggiate quelle per il Covid. I dipendenti della Ferrari nel 2020 sono aumentati del 6,3% a oltre 4.500 in tutto il mondo, la maggior parte in Italia: all’inizio del 2021 sono stati inseriti 50 nuovi addetti nello stabilimento di Maranello. Durante il 2020 l’azienda ha erogato, nel rispetto della normativa anti-contagio, oltre 63mila ore di formazione ai dipendenti, in gran parte da remoto, in crescita di circa l’11% rispetto al 2019. L’azienda ha organizzato anche lo scorso anno il Centro Estivo per oltre 330 figli di dipendenti e ha erogato 57 borse di studio per gli studenti più meritevoli.