Nuova eruzione dell'Etna (Ingv)
Nuova eruzione dell'Etna (Ingv)

Catania, 19 luglio 2019  - L'Etna ha dato il via a una nuova fase eruttiva, con un'intensa attività stromboliana da uno dei crateri sommitali a Sud-Est. 'Fontane di lava', boati e l'emissione di una colata si stanno verificando nella zona alta e desertica del vulcano. Il fenomeno è stato visibile dalla tarda serata di ieri visionando le telecamere termiche dell'Oe-Ingv.  

L'Osservatorio etneo dell'Istituto nazionale di geofisca e vulcanologia di Catania sottolinea come il vulcano sia 'carico' di energia, e l'alto livello del tremore dei condotti magmatici interni all'Etna lo dimostra. Comunque la nuova fase eruttiva non impatta sull'attività dell'aeroporto internazionale Vincenzo Bellini. 

"L'intermittente attività esplosiva al nuovo cratere di Sud-Est dell'Etna" era iniziata lo scorso 14 luglio, scrive l'Ingv di Catania. "Molte esplosioni lanciano modeste quantità di materiale incandescente e tutti producono piccoli sbuffi di cenere. Non si nota alcuna tendenza chiara in questa attività, né in aumento né in diminuzione, e l'ampiezza del tremore vulcanico si attesta su livelli medio bassi".