Si torna a sciare. Con Green pass, distanziamento e, ove necessario, le mascherine. E’ stato firmato ieri il protocollo per consentire ad un comparto strategico come quello della montagna di riprendere l’attività nel rispetto delle regole di sicurezza. Secondo il testo sottoscritto dalla Federazione italiana sport invernali e dalle associazioni del...

Si torna a sciare. Con Green pass, distanziamento e, ove necessario, le mascherine. E’ stato firmato ieri il protocollo per consentire ad un comparto strategico come quello della montagna di riprendere l’attività nel rispetto delle regole di sicurezza. Secondo il testo sottoscritto dalla Federazione italiana sport invernali e dalle associazioni del settore, dai 12 anni in su sarà necessaria la certificazione verde per accedere agli impianti. Lo skipass, tanto giornaliero quanto settimanale, sarà personale e non cedibile; si punta a "favorire il più possibile" la vendita online del documento in modo che ogni stazione sciistica possa gestire al meglio gli accessi.

Dentro l’area sciistica dovranno essere creati percorsi in grado di garantire il distanziamento tra le persone che dovrà rispettare il metro. E’ prevista la presenza di personale per regolare i flussi, ridurre gli assembramenti e le occasioni di contatto, nonché l’affissione di segnaletica multilingue.

Ci sarà il plexiglass anche sulla neve. Le biglietterie dovranno essere munite di schermi protettivi o, comunque, di separatori tra operatori e clienti: gli utenti sono invitati ad utilizzare bancomat o carte di credito per evitare il più possibile contatti. Il personale addetto all’accoglienza e all’avvio degli impianti dovrà indossare mascherine chirurgiche o Ffp2, come peraltro tutti gli sciatori che saliranno a bordo delle seggiovie per cui è prevista la capienza del 100%.

La portata è ridotta all’80% se le seggiovie vengono utilizzate con la chiusura delle cupole paravento. Stessa riduzione sulle funivie e cabinovie che, durante la fase di trasporto dei passeggeri, devono lasciare i finestrini aperti. In tutti gli ambienti chiusi e nella fase di imbarco come durante il trasporto, non si potrà mangiare, bere e fumare.