Due imbarcazioni a vela con a bordo, rispettivamente, 80 e 99 migranti (tra i quali 9 donne e 33 minori) sono state individuate al largo della costa calabrese e poi condotte nel porto di Crotone da unità della Guardia di finanza di Vibo Valentia, supportato dal Comando operativo aeronavale della Finanza di Pomezia.

I due yacht monoalbero – simili ad altre barche utilizzate lungo le rotte dalla Turchia – sono state individuate martedì da un velivolo Atr42 della Gdf e intercettate non appena entrate in acque italiane. La maggior parte dei migranti è costituita da iracheni, iraniani, in massima parte di etnia curda, egiziani oltre che, in misura minore, siriani, marocchini e afghani. Fermati anche due presunti trafficanti ucraini