4 mag 2022

Draghi tiene duro sull’Ucraina Armi e superbonus, lite coi 5 stelle

Botta e risposta tra il premier e Conte. I grillini vogliono che il governo riferisca sulla guerra. Salvini è d’accordo

antonella coppari
Cronaca
Il presidente del consiglio, Mario Draghi, 74 anni, ieri al. Parlamento europeo di Straburgo insieme alla presidente dell’Eurocamera, Roberta Metsola, 43 anni
Il presidente del consiglio, Mario Draghi, 74 anni, ieri al. Parlamento europeo di Straburgo insieme alla presidente dell’Eurocamera, Roberta Metsola, 43 anni
Il presidente del consiglio, Mario Draghi, 74 anni, ieri al. Parlamento europeo di Straburgo insieme alla presidente dell’Eurocamera, Roberta Metsola, 43 anni

di Antonella Coppari Se davvero Conte vuole tenere sotto schiaffo Draghi, ha trovato pane per i suoi denti. A Strasburgo il premier dimostra che intende rispondere colpo su colpo alle stilettate continue del leader pentastellato in cerca di visibilità. Cogliendo al volo l’occasione offerta dal suo ’battesimo’ nella plenaria del Parlamento europeo, mette un’ipoteca finale sulla principale bandiera grillina: il superbonus del 110%. Poche parole, ma chiare: "Non siamo d’accordo sulla validità di questo provvedimento – dice – pur essendo il nostro governo nato come ecologico". I motivi? Oltre a prestare il fianco alle truffe, fa lievitare i costi di efficientamento: "I prezzi degli investimenti sono più che tripli perché elimina ogni trattativa". Frasi che, naturalmente, fanno infuriare i pentastellati: le definiscono irricevibili, pronunciate "solo per prendere di mira noi". A riassumere umori comuni provvede l’ex sottosegretario alla presidenza, Riccardo Fraccaro: "Draghi non può boicottare una misura che è espressione di tutte le forze politiche, lodata persino da Bruxelles". Vero è che né il premier i né il ministro dell’Economia, Franco, hanno mai davvero digerita questa agevolazione edilizia. L’anno scorso la riproposero, senza nascondere il malumore soprattutto per andare incontro a M5s. Ciò non significa che il superbonus verrà cancellato domani: sarebbe assurdo farlo un attimo dopo la proroga di tre mesi per i lavori nelle villette. Il giudizio netto suona però come una campana a morto per la prossima finanziaria. Che l’intenzione del presidente del consiglio fosse proprio rintuzzare l’offensiva permanente di Conte, culminata lunedì nella decisione di non far votare ai suoi ministri il decreto aiuti, è chiaro dal contesto del discorso. Il passaggio sul superbonus tutto era tranne che obbligato. Lo si potrebbe definire anzi quasi gratuito se non si tenesse conto della voglia di rispondere ai pentastellati e a Grillo che, in mattinata, urlava il suo no ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?