di Andrea Bonzi Il prossimo Halloween (Covid permettendo) a fare ‘dolcetto o scherzetto’ davanti al portone di casa vostra potreste ritrovarvi Thermo, il piccolo supereroe che controlla la temperatura. O Pluvia, col potere di scatenare pioggia e tempeste. Mondo Tv, infatti, ha venduto i diritti per il merchandising di costumi e accessori per il carnevale dei MeteoHeroes a Ciao Srl di Pavia, attiva nel settore dei prodotti per le feste. L’intesa avrebbe la durata di un anno. Questi sei eroi colorati hanno fatto breccia tra i più piccoli: il programma è il più visto del canale Cartoonito dal...

di Andrea Bonzi

Il prossimo Halloween (Covid permettendo) a fare ‘dolcetto o scherzetto’ davanti al portone di casa vostra potreste ritrovarvi Thermo, il piccolo supereroe che controlla la temperatura. O Pluvia, col potere di scatenare pioggia e tempeste. Mondo Tv, infatti, ha venduto i diritti per il merchandising di costumi e accessori per il carnevale dei MeteoHeroes a Ciao Srl di Pavia, attiva nel settore dei prodotti per le feste. L’intesa avrebbe la durata di un anno. Questi sei eroi colorati hanno fatto breccia tra i più piccoli: il programma è il più visto del canale Cartoonito dal pubblico 4-7 anni, e proprio a marzo sono ricominciati i nuovi episodi.

Un altro piccolo colpo per Mondo Tv, la ‘fabbrica dei sogni’ italiana (questo è lo slogan) nata dall’intuizione di Orlando Corradi, papà di Matteo Corradi, attuale amministratore delegato. Alla fine degli anni Settanta, l’imprenditore, scomparso nel novembre 2018, iniziò a importare nel nostro Paese gli ’anime’ (termine nipponico per i cartoni animati) rimasti nel cuore degli ultraquarantenni.

Due le società che Corradi fondò con il giapponese Kenichi Tominaga: la Doro Tv Merchandising (1979), che si rivolgeva ai network più grandi, e l’Italian TV Broadcasting (1980), creata per gestire le realtà locali.

I telespettatori italiani furono colpiti dalle avventure dei ‘robottoni’ come Goldrake (Atlas Ufo Robot), Jeeg Robot e Mazinga, ma anche le peripezie di una beniamina romantica come Candy Candy, per fare un altro esempio, divennero popolarissime. E spuntarono giocattoli, poster, diari, magliette, tutto un mondo griffato di merchandising che fece la fortuna di tanti licenziatari, riempiendo le nostre case e i nostri armadi. Non mancarono anche le polemiche per la (presunta) violenza dei contenuti, e leggende secondo cui questi prodotti erano realizzati con il computer e, per questo, più freddi.

Tutto falso, ovviamente, visto che scaturivano dall’impegno di talentuosi studi di animazione. Che cambiarono, stavolta per sempre, l’immaginario di un’intera generazione. Quell’imprinting è rimasto, e ancora oggi alle fiere del fumetto (fin quando è stato possibile, prima della pandemia) le bancarelle traboccano di tazze e tute con stampati robottoni dal design avveniristico che brandiscono Alabarde Spaziali e lanciano Raggi Gamma dal petto. Quarant’anni dopo, la storia sembra ripetersi. Certo, gli eroi sono cambiati, e Mondo Tv punta sui MeteoHeroes, paladini con una spiccata sensibilità ambientale, nati da una app di Meteo Expert e trasmessi dal canale Cartoonito.

Quotata a Piazza Affari dal 2000, Mondo Tv ha allargato lo sguardo all’Europa: aprendo filiali in Francia (2006), Iberoamerica (2008, con sede a Madrid) e Svizzera (2013). Tutte società che sono sbarcate anche sui listini. Legata al ramo spagnolo, poi, Mondo Tv producciones Canarias, da dove arrivano, tra gli altri, i MeteoHeroes. Una realtà che si fa rispettare nel settore dell’animazione, dimostrando che le favole per ragazzini (e non solo) possono essere anche redditizie.