Il paesaggio è "brutalmente cambiato". I media ecuadoriani descrivono così il disastro naturale che ha deturpato le Galapagos: l’arco di Darwin, formazione rocciosa tra i migliori siti di immersione al mondo, è crollato, si ritiene a causa dell’erosione. La corsa alle donazioni è già partita e Leonardo DiCaprio, star di Hollywood e della difesa dell’ambiente, offrirà oltre 40 milioni di dollari per tutelare la biodiversità di tutto l’arcipelago, paradiso di natura incontaminata. Il ministero dell’ambiente dell’Ecuador ha pubblicato su Facebook la foto di ciò che resta di questo ponte naturale. Ceduto, secondo le autorità, a causa dell’erosione, anche se per il quotidiano El Universo il processo potrebbe essere stato accelerato anche dai "continui movimenti sismici" che interessano l’arcipelago. L’arco di Darwin si trova a nord delle Galapagos, a meno di un chilometro dall’omonima isola: un vulcano spento che si sarebbe formato sul fondo dell’Oceano Pacifico da 400.000 a 1,6 milioni di anni fa. I due siti devono il loro nome al naturalista inglese che ideò la sua teoria dell’evoluzione.