Roma, 16 maggio 2020 - Dal 4 maggio si è potuto tornare a unirsi in matrimonio, ma con tutte le cautele e le misure obbligatorie, tra cui le mascherine, indicate dai decreti e dalle disposizioni per contenere la diffusione del Coronavirus. Ma c'è chi dice no proprio alla mascherina, solo a quello: "Nozze in sicurezza. Ma con tuo padre, con il tuo futuro marito bisogna dover tenere la mascherina?"

Dopo aver passato mesi a preparare le nozze, e dopo averle viste slittare per colpa del coronavirus, ora Emanuela Leonardi, 28enne di Catania, vuole sposarsi. E il suo grido è stato raccolto da altre, tutte le "future spose disperate" che hanno investito tempo, denaro e soprattutto amore, e che ora hanno aderito al sito Facebook "le spose eroine 2020". 

In un video Emanuela lancia il suo appello online, che ormai ha raccolto un gruppo con 1.280 adesioni.