Depistaggi e pulizie. Secondo le indagini Benno Neumair, il 31enne accusato del duplice omicidio dei suoi genitori, Laura e Peter, e dell’occultamento dei loro cadaveri, prese il cellulare della madre e lo nascose vicino a ponte Roma per tre ore prima di gettarlo via. Consegnò agli addestratori dei cani molecolari un paio di scarpe della sorella, spacciandole per quelle della madre e ripulì il pavimento del soggiorno dalle macchie di sangue, tanto da far notare la differenza rispetto al resto.