Nel pieno delle trattative alla ricerca di una nuova maggioranza, arriva un endorsement piuttosto pesante a uno dei ministri di peso del governo giallo-rosso, che i retroscena danno tra quelli messi in discussione dai renziani, vale a dire Roberto Gualtieri, il dem titolare dell’Economia e delle Finanze. Il sostegno in questione, a Gualtieri, arriva direttamente dal presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, finora tutt’altro che tenero nei confronti dell’alleanza Pd-M5s. "Credo che alcune persone del governo debbano essere mantenute – ha detto ieri Bonomi nel corso di Mezz’ora in più condotto da Lucia Annunziata –, come il ministro dell’Economia. Lo sosteniamo con un giudizio di metodo, perché non possiamo permetterci un cambio, e di merito, perché quello che porteremo in Italia del Recovery è merito del ministro Gualtieri e della sua credibilità in Europa".

Bonomi chiarisce che il giudizio non è dunque politico: "Su molti argomenti non siamo stati d’accordo, ma questo fa parte della dialettica. Abbiamo un tema di emergenza economica che non dobbiamo dimenticare, abbiamo bisogno di stabilità. Cerchiamo di convincerlo della bontà delle nostre idee, ha sempre ascoltato, ha dimostrato capacità di comprendere i temi, molte volte non è andato nella direzione che auspicavamo, ma questo non vuol dire che non sia una riserva della Repubblica".

red. pol.