Guardia di Finanza (Newpresse)
Guardia di Finanza (Newpresse)

Torino, 15 maggio 2019 - Era in possesso di auto di lusso, vigneti, una tenuta in campagna, quindi le sue dichiarazioni fiscali con redditi esigui, quasi nulli, hanno insospettito la Guardia di Finanza di Torino. Denunciato un affermato chirurgo estetico di 40 anni. Il dottore, risultante residente all'estero, ma solo per quastioni fiscali, è il titolare di diversi studi medici nel nord Italia, nonché consulente in rinomate strutture sanitarie del Torinese. 

Nelle perquisizioni gli uomini delle fiamme gialle hanno trovato una specie di contabilità parallela tenuta con fogli, agende, appunti, celata. Ma di quella ufficiale nessuna traccia. Dai fogli, in cui annotava tutte le sue prestazioni professionali, si è scoperto che il professionista riceveva compensi dai 200 sino ai 5.000 euro e anche oltre, per gli interventi e le consulenze più importanti, ma al Fisco non risultava nulla. 

I militari a fine indagine hanno accertato un'evasione fiscale per circa 2 milioni di euro. Il medico è stato denunciato alla Procura di Torino per vari reati tributari. Su disposizione del Tribunale di Torino è scattato il sequestro dei beni, come la tenuta di campagna, con una estesa coltivazione di vigneti, uno chalet di montagna, alcuni appartamenti a Torino e conti correnti.