Roma, 23 dicembre 2020 - Chico Forti torna in Italia. Non da uomo libero, ma dopo oltre 20 anni potrà finalmente stare vicino ai suoi cari, nel suo Paese. A dare l'annuncio il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, con un post su Facebook. La Farnesina ha avvisato la famiglia: il governatore della Florida ha accolto l'istanza presentata dal cittadino italiano "di avvalersi dei benefici previsti dalla Convenzione di Strasburgo e di essere trasferito in Italia". 

La storia di Chico Forti

Ex produttore televisivo e velista italiano, 61 anni, Chico Forti è stato giudicato colpevole dell'omicidio di Dale Pike, figlio di Antony Pike, dal quale Forti stava acquistando il Pikes Hotel a Ibiza. Il corpo di Pike fu trovato sulla spiaggia di Miami il 15 febbraio de 1998. Chico Forti fu incriminato e arrestato, quindi nel 2000 condannato all'ergastolo senza condizionale che sta scontando al Dade Correctional Institution di Florida City. Si è sempre dichiarato innocente, vittima di un errore giudiziario.

Di Maio

Il ministro degli Esteri non nasconde la sua soddisfazione per quella che considera "una bellissima notizia". "Si tratta di un risultato estremamente importante, che premia un lungo e paziente lavoro politico e diplomatico", sottolinea Di Maio nel suo post. "Non ci siamo mai dimenticati di Chico Forti, che potrà finalmente fare ritorno nel suo Paese vicino ai suoi cari", aggiunge. E ancora: "Sono personalmente grato al Governatore DeSantis e all'Amministrazione Federale degli Stati Uniti. Un ringraziamento speciale al Segretario di Stato Mike Pompeo, con il quale ho seguito personalmente la vicenda e con il quale ho parlato ancora nel fine settimana, per l'amicizia e la collaborazione che ha offerto per giungere a questo esito così importante".

Il ministro assicura che "il Governo seguirà ora i prossimi passi per accelerare il più possibile l'arrivo di Chico". E conclude: "Erano vent'anni che aspettava questo momento e siamo felici per lui, per i suoi cari, per la sua famiglia, per tutta la città di Trento. È un momento commovente anche per noi". In tutti questi anni l'Italia non ha mai abbandonato Chico Forti che ha potuto contare su  un'assistenza continua da parte delle autorità consolari italiane. 

La felicità della famiglia

Sorpresa nella 'sua' Trento. E tanta felicità. "Sono ancora sotto choc", dice lo zio Gianni Forti, che noi ha mai abbandonato il nipote Chico. "Il ministro Di Maio ha incaricato me di comunicarlo alla mamma (Maria, 91 anni, ndr) - racconta al telefono - finalmente, dopo 21 anni di battaglie, abbiamo raggiunto quanto ci eravamo prefissati dall'inizio. La mamma di Chico aveva quasi perso le speranze e non pensava che questo potesse avvenire, quindi ho avuto il grande piacere di farle questo regalo di Natale. Venti più venti, cioè il 2020, in inglese si dice 'fourty', che suona come 'Forti' e io l'avevo detto a Chico, 'questo è il tuo anno', e finalmente c'è stata questa soddisfazione".

Gianni Forti spiega che "adesso sarà questione dei tempi tecnici, di pochi giorni. Finalmente abbiamo raggiunto l'obiettivo. Devo anche dire grazie a questo governo, che è stato il primo che ci ha messo ufficialmente la faccia e ha mantenuto le promesse che aveva fatto".

Le reazioni

Giungono le prime reazioni alla notizia del ritorno in Italia di Chico Forti. E sono di gioia trasversale. "Davvero una bella notizia", scrive il premier Giuseppe Conte su Twitter. 

 "È uno splendido regalo di Natale per i suoi familiari e per tutti i cittadini - commenta Matteo Salvini -. Era una battaglia di giustizia e di civiltà, e come Lega siamo orgogliosi di averla combattuta anche quando ne parlavano in pochi". Soddisfazione viene espressa anche dal Pd: "Finisce una storia assurda, felice per il rientro di Chico Forti in Italia", scrive il deputato dem Filippo Sensi. 

Sulla stessa linea il Movimento 5 Stelle: "La svolta che attendevamo da tempo", recita una nota dei deputati grillini, merito del "grande lavoro diplomatico messo in atto dalla Farnesina. Non possiamo che ringraziare il ministro Di Maio e festeggiare per questa grande notizia". 

Per Annamaria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia, quella di Chico Forti è "una vicenda allucinante, che finalmente trova una soluzione positiva, anche se nessuno potrà restituirgli questo lungo tratto di vita". La Bernini parla di "indubbio successo per la diplomazia italiana''. 

"Una notizia straordinaria", dice Giorgia Meloni. "Fratelli d'Italia ha condiviso questa battaglia con convinzione e oggi non può che esprimere un plauso sentito per questo risultato. Complimenti alla Farnesina, al Ministro Di Maio e a tutti coloro che lo hanno reso possibile".