Il canale di Suez, una delle vie d’acqua più importanti al mondo, è rimasto bloccato per il terzo giorno consecutivo a causa del porta-container gigante Ever Given, ‘spiaggiatosi’ su uno dei suoi lati. Le operazioni per disincagliarlo si stanno rivelando molto difficili e si prevede che il blocco potrebbe durare anche "settimane", con ripercussioni preoccupanti sul commercio mondale. Si è già creato un ingorgo di quasi 200 navi, secondo dati delle ultime ore. La causa è la nave classe "megaship" lunga 400 metri e larga quasi 60 che martedì mattina, nel pieno di una tempesta di sabbia, si è incagliata nel tratto sud del canale mettendosi di traverso e ostruendolo completamente. A conferma di preannunci venuti ieri, la navigazione è stata dichiarata "temporaneamente sospesa" dall’Authority che gestisce il canale e lo rimarrà fin quando il cargo battente bandiera panamense e operato da una società di Taiwan non sarà rimesso in navigazione. Una stima indica in 9,6 miliardi di dollari al giorno il valore del traffico marittimo bloccato al canale di Suez.