26 feb 2022

Cala il prezzo delle materie prime

Chiusura in forte calo ad Amsterdam per i future sul gas, in preda ad una volatilità estrema dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Il benchmark del gas europeo ieri è crollato del 29,7%, scendendo da 134,5 a 94,5 euro al megawattora (due giorni fa, va detto, era cresciuto di oltre il 50%).

Stessa sorte per il petrolio, con i future sul Brent scesi sotto i 97 dollari al barile dopo il balzo sopra i 105 dollari (per la prima volta dal 2014) di due giorni da.

Gli investitori valutano come la crisi Russia-Ucraina influenzerà l’offerta di carburante dopo la notizia che Mosca è aperta ai colloqui con Minsk. Intanto mercoledì è prevista la riunione dell’Opec+ (quindi anche la Russia) per decidere se attenersi ai piani per aumentare l’obiettivo di produzione di aprile di 400mila barili al giorno

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?