Una riunione sugli enti culturali in Campidoglio, alla presenza del sindaco Roberto Gualtieri, del ministro Dario Franceschini e del governatore del Lazio Nicola Zingaretti, diventa un caso. Secondo una ricostruzione del Foglio nell’l’incontro sulle nomine sarebbe stato avanzato un nome "segnalato" per l’Auditorium da Goffredo Bettini. Un suggerimento che Gualtieri avrebbe stoppato affermando "sono io il sindaco" e facendo calare il gelo con lo storico king-maker del centrosinistra nella Capitale. Un gelo che sarebbe stato esplicitato da una lettera di Bettini. Pronte le smentite. Bettini parla di "impressionante stravolgimento dei fatti", annunciando, però, l’addio al cda della Festa del Cinema di Roma.