Trieste, 13 ottobre 2019  - Con ben 2015 barche al via si è corsa la 51esima edizione di Barcolana. In orario il colpo di cannone classicico, intorno alle 10.30 a Trieste. Ma partenza lenta dovuta alle condizioni meteo, che al momento del via erano di bonaccia. Il poco vento era previsto fino alle 12, poi sarebbe arrivata la brezza, secondo Arpa Osmer, ma alla fine gli organizzatori hanno dovuto accorciare il percorso alla seconda boa.

Non rispettato il pronostico, forse anche per la bonaccia e il percorso accorciato: ha vinto Way of Life di Gasper Vincenc, con il tempo di di 1 ora e 54 minuti. Le favorite alla partenza erano quatro imbarcazioni: Cqs Tempus Fugit by Portopiccolo, Arca sgr Wild Thing, Golfo di Trieste e Maxi Jena. 

Il percorso delle 13 miglia sarebbe dovuto essere completato entro le ore 18, ma il Comitato di regata, per le condizioni di scarso vento, ha deciso di allungare di un'ora il tempo utile per la partenza, rispetto ai 30 minuti previsti dalle istruzioni di regata, e ha posizionato la boa due bis in prossimità di Punta Salvore, dove alla fine sono stati presi gli arrivi. 

Come sempre spettacolo garantito alle mgliaia di persone che come ogni anno hanno affollato le rive e l'altopiano di Trieste, che offre una visuale unica alla regata. Il capoluogo friulano è stato invaso da tantissimi turisti giunti da tutta Italia e anche dai paesi confinanti, tanto che ieri sera le forze dell'ordine hanno dovuto chiudere l'accesso al Molo Audace per motivi di sicurezza: per la prima volta nella storia è stato raggiunto il limite massimo di persone che vi potevano stazionare.