Le foto scattate a Palermo dalla celebre fotoreporter Letizia Battaglia per la campagna Lamborghini With Italy, for Italy, con due teenager come protagoniste, hanno suscitato un polverone tale sui social media e hanno portato alla richiesta del sindaco di Palermo Leoluca Orlando di ritirare la campagna. E Lamborghini ha ceduto. Va detto che Letizia Battaglia, la fotoreporter palermitana che ha raccontato splendore e miserie di Palermo dalla lotta alla mafia alle speranze di...

Le foto scattate a Palermo dalla celebre fotoreporter Letizia Battaglia per la campagna Lamborghini With Italy, for Italy, con due teenager come protagoniste, hanno suscitato un polverone tale sui social media e hanno portato alla richiesta del sindaco di Palermo Leoluca Orlando di ritirare la campagna. E Lamborghini ha ceduto.

Va detto che Letizia Battaglia, la fotoreporter palermitana che ha raccontato splendore e miserie di Palermo dalla lotta alla mafia alle speranze di rinascita, ha sempre usato le bambine come immagine di resistenza, riscatto e di speranza. Immagini come la bambina con pallone e quella della bambina con sacchetto di pane sono tra le più significative della sua carriera. Quando Lamborghini le ha chiesto di fotografare una sua auto, l’ha messa sullo sfondo e in primo piano ci sono state ancora le ragazzine palermitane. Ma qualcuno l’ha vista come una riproposizione del trito binomio donne oggetto-motori, aggravato dal fatto che si trattava di minori. E si è sfogato sui social.

Alcuni parlamentari hanno raccolto la denuncia e così il sindaco di Palermo. "Il Comune – ha detto Orlando – ha autorizzato una campagna della Lamborghini il cui contenuto era stato presentato come ’un grande progetto fotografico a finalità culturale e sociale’, e non aveva ricevuto alcuna informazione sull’effettivo contenuto della campagna. Non posso quindi che chiedere alla Lamborghini l’immediata sospensione della campagna". Da notare che Letizia Battaglia fu anche assessore di Orlando, e per questo si è offesa moltissimo per la posizione del sindaco, che invano le ha poi scritto una lettera nella quale le riconferma la sua "grandissima ammirazione".

Lamborghini da parte sua ha tentato una difesa della fotografa. "Abbiamo fortemente voluto Letizia Battaglia perché condividiamo i suoi valori. Ma, per chi la conosce, è ben rinomato che la sua arte e i suoi soggetti sono fortemente incentrati sui ritratti di giovani figure femminili, che per lei rappresentano una visione di sogno e di speranza. Palermo per Letizia Battaglia è vista come le bambine dei suoi scatti nella speranza di rinascita e dell’avvento di un mondo nuovo".

Ma poi Lamborghini ha ceduto. Il risultato, paradossale per coloro che se ne sono sentiti offesi, è che una campagna che probabilmente avrebbe avuto un seguito limitato è diventata un trend topic sui social media, dandole grande visibilità.

Alessandro Farruggia