Giovedì 13 Giugno 2024
RITA BARTOLOMEI
Cronaca

Il paladino anti autovelox: ecco quando le multe sono illegittime

Perito investigativo, cura centinaia di ricorsi all’anno. Quante sono le postazioni in Italia

Autovelox: novità in arrivo per le multe

Autovelox: novità in arrivo per le multe

Roma, 20 aprile 2023 – Il paladino anti autovelox si chiama Giorgio Marcon, è un perito investigativo. Lavora in gruppo con avvocati e altri colleghi, cerca le prove per ‘scagionare’ gli automobilisti multati, sono centinaia di ricorsi ogni anno. Cerchiamo di capire meglio per quale motivo i giudici di pace danno ragione ai sanzionati.

Approfondisci:

Autovelox e multe: in arrivo il decreto Salvini. Ecco cosa prevede

Autovelox e multe: in arrivo il decreto Salvini. Ecco cosa prevede

Città per citta: ecco come i sindaci investono i soldi delle multe 

Perché si vince un ricorso contro il velox?

“Per tanti motivi. Ad esempio per la mancata omologazione ma anche per le mancate verifiche sulla corretta funzionalità dello strumento”.

Approfondisci:

Nuovo codice della strada 2023: dagli autovelox alle revisioni. Ecco cosa c’è in ballo nella riforma Salvini. In arrivo circolare sui Tir

Nuovo codice della strada 2023: dagli autovelox alle revisioni. Ecco cosa c’è in ballo nella riforma Salvini. In arrivo circolare sui Tir

Da quanti anni ‘dà la caccia’ ai velox?

“Decine di anni, almeno trenta. Questi strumenti sono sulle strade dagli anni Settanta. Ma non sono in regola. Proprio perché mancano i requisiti di base”.

Salvini promette: mai più multe per fare cassa

“Cosa vuol dire? Bisogna distinguere. E poi il ministero dovrebbe prima preoccuparsi delle strade che non sono a norma, a partire dalla segnaletica”. 

L’obiezione: il velox fa sicurezza stradale

“Ma lo devono dimostrare perché finora non ho ancora visto un autovelox che fa rallentare un veicolo. Piuttosto è positivo che siano tornati i controlli sulle strade: vedo che la gente sta più attenta. Era ora”.

A questo link l’elenco degli autovelox fissi sulla rete ordinaria

Resta valida la stima degli oltre 8mila autovelox?

"Sì ma non sono mai stati censiti perché non hanno mai ottenuto i decreti di approvazione e di omologazione. C’è una distinzione precisa: il prototipo deve essere omologato e ogni singola apparecchiatura deve essere approvata”.