Bilancio pesante, da tutti i punti di vista. Sia materiali (con la devastazione della sede nazionale della Cgil) sia giudiziari. Sono stati infatti arrestate (ma il bilancio potrebbe essere provvisorio) tredici persone (una a Milano), tra cui il ristoratore Biagio Passaro, leader del movimento "Io apro" e la 39 enne Pamela Testa, fra le promotrici della manifestazione. Poi, tre nomi “eccellenti“: Roberto Fiore (foto), 62 anni; Giuliano Castellino, 45 anni; Luigi Aronica, 65 anni. I primi due fondatori di Forza Nuova nel 1997, l’organizzazione di estrema...

Bilancio pesante, da tutti i punti di vista. Sia materiali (con la devastazione della sede nazionale della Cgil) sia giudiziari. Sono stati infatti arrestate (ma il bilancio potrebbe essere provvisorio) tredici persone (una a Milano), tra cui il ristoratore Biagio Passaro, leader del movimento "Io apro" e la 39 enne Pamela Testa, fra le promotrici della manifestazione. Poi, tre nomi “eccellenti“: Roberto Fiore (foto), 62 anni; Giuliano Castellino, 45 anni; Luigi Aronica, 65 anni. I primi due fondatori di Forza Nuova nel 1997, l’organizzazione di estrema destra con sede a Roma, il terzo vecchia conoscenza delle cronache giudiziarie come militante dei Nar, i Nuclei armati rivoluzionari.

I reati contestati sono molti: danneggiamento aggravato, devastazione e saccheggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Ma chi sono i tre “neri“? Roberto Fiore, padre di 11 figli, sin da ragazzo ha fatto parte dell’estrema destra. A fine anni Settanta è tra i fondatori di Terza Posizione insieme a Giuseppe Dimitri e Gabriele Adinolfi. Agli inizi degli anni ’80 si trasferisce a Londra e riesce così a evitare la richiesta di cattura della Procura bolognese nell’ambito della Strage del 2 agosto 1980 da cui però risulterà completamente estraneo. Nel 1982, sempre a Londra, viene arrestato dopo un ordine di cattura internazionale. Le autorità britanniche negano l’estradizione.

Nel 1985 la Corte di Appello di Roma lo condanna per associazione sovversiva e banda armata. Fiore continua la sua vita nella capitale britannica sino a fine anni Novanta. Oramai è un imprenditore di successo: ha fondato una società che organizza viaggi-studio per gli studenti. Di ritorno in Italia, con Massimo Morsello, fonda Forza Nuova, candidandosi in varie elezioni. Nel 2008 diventa parlamentare europeo, prendendo il posto lasciato da Alessandra Mussolini. Da almeno un anno, assieme a Castellino, è in prima fila contro le decisioni del governo sulla pandemia.

Aronica, invece, detto “er pantera di Monteverde“ (quartiere di Roma), sempre presente alle manifestazioni di FN, ha subito condanne per un totale di 18 anni. "Lo sai chi sono io? – disse Aronica a un agente in tenuta antisommossa durante un corteo. Attento, mi sono fato 20 anni di carcere per terrorismo". E il “curriculum“ di Castellino? Leader di Roma di FN, già ne La Destra di Storace, è stato condannato a 5 anni e mezzo per l’aggressione a due giornalisti nel 2020 nel corso di una commemorazione al Verano dei fatti di Acca Larentia del 1978. Si divide tra il movimentismo di estrema destra e la passione per la Curva Sud della Roma, spesso fucina per le nuove leve dell’estremismo nero. Nei suoi confronti, a gennaio, è stata applicata la sorveglianza speciale per aver violato le disposizioni in vigore per l’emergenza Covid durante una manifestazione.

red.pol.