La pittrice Deanna Milvia Frosini, ritrattista dei primi presidenti della Repubblica italiana e di numerose opere narranti la storia e i principali protagonisti del movimento socialista italiano, è morta a 81 anni in una casa di riposo di Roma. Nel 2009 la Presidenza del Consiglio dei Ministri aveva concesso all’artista l’assegno straordinario vitalizio previsto dalla cosiddetta ‘legge Bacchelli’. Era nata il 2 febbraio 1940 a Pistoia ma dall’età di 20 anni abitava a Roma. Pittrice figurativa, connotata da un tratto iperrealista, Deanna Frosini (nella foto) è stata l’artista che ha eseguito, tra il 1987 e 1989, i ritratti dei primi presidenti della Repubblica esposti a Palazzo Chigi. Al tempo stesso è stata l’autrice delle tele iperrealiste che adornavano la Sala Nenni della sede nazionale del Psi in via del Corso a Roma, che narravano la storia e i principali protagonisti del movimento socialista italiano. Realizzò anche un ritratto di Bettino Craxi, a cui il leader socialista era molto affezionato e portò con sè nell’esilio tunisino ad Hammamet.