Sabato 15 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Archivio

Cristiano Ronaldo, la delusione: "Sognavo di vincere. Si è detto tanto, ma ho dato tutto"

Lo sfogo sui social di CR7 dopo l'eliminazione ai Mondiali del suo Portogallo per mano del Marocco

Doha (Qatar), 11 dicembre 2022 – L’eliminazione del Portogallo dai Mondiali di Qatar 2022 per mano del sempre più sorprendente Marocco ha di fatto sancito la fine dell’era di Cristiano Ronaldo con la maglia della Selecao portoghese.

Ronaldo (ANSA)
Ronaldo (ANSA)

Un’era contraddistinta da valanghe di gol e che ha trovato il suo culmine nella vittoria degli Europei 2016. La sua fine ha lasciato però non poco amaro in bocca nell’asso nativo di Madeira che oggi ha sfogato tutto il suo dispiacere sui social: "Vincere un mondiale con il Portogallo era il sogno più grande e ambizioso della mia carriera. Fortunatamente ho vinto molti titoli di dimensione internazionale, anche per il Portogallo, ma mettere il nome del nostro Paese sul punto più alto del mondo era il mio sogno più grande. Ho lottato per questo. Ho lottato duramente per questo sogno. Nelle mie cinque apparizioni ai Mondiali in questi 16 anni, sempre al fianco di grandi giocatori e sostenuto da milioni di portoghesi, ho dato tutto me stesso. Ho lasciato tutto sul campo. Non ho mai smesso di lottare e non ho mai rinunciato a quel sogno”. Ronaldo non ha poi risparmiato una stoccata per tutte le critiche ricevute su media e social in questo ultimo periodo: "Purtroppo ieri il sogno è finito. Non vale la pena reagire a caldo. Voglio solo che tutti sappiano che molto è stato detto, molto è stato scritto, ci sono state tante speculazioni, ma la mia dedizione al Portogallo non è cambiata nemmeno per un istante. Sono sempre stato un altro a lottare per l'obiettivo di tutti e non avrei mai voltato le spalle ai miei compagni e al mio Paese. Per ora non c'è molto altro da dire. Grazie Portogallo. Grazie Qatar. Il sogno è stato bello finché è durato... Ora, speriamo che il tempo sia un buon consigliere e permetta a ognuno di trarre le proprie conclusioni".

Le parole del fuoriclasse ex Real Madrid, Juventus e Manchester United fanno seguito a quelle della compagna Georgina e della sorella Elma che in questi giorni non hanno risparmiato critiche soprattutto all'ormai ex ct portoghese Fernando Santos, reo secondo loro di non aver riservato a CR7 il trattamento che meritava. Ora non resta che capire quale sarà il futuro di Ronaldo, scaricato dallo United proprio durante i Mondiali e corteggiato dagli arabi dell'Al-Nassr che secondo alcune voci sarebbero disposti a mettere sul piatto un faraonico contratto di 200 milioni annui per convincere il giocatore a trasferirsi negli Emirati.