Roma, 12 agosto 2017 - Hector Moreno è uno degli acquisti principali del mercato della Roma: è arrivato in ritardo a causa dell'impegno in Confederations Cup con la sua nazionale, quella messicana, ma adesso è entrato a pieno regime nella rosa a disposizione di Di Francesco dove spera di conquistare a breve una maglia da titolare.

Oggi ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti sul suo rapporto con la nuova realtà romanista. Ecco cosa ha detto.

“All’inizio non avevo realizzato cosa fosse la Roma. C’è un momento in cui non te ne rendi conto, ma poi firmi, sei dentro al club, arrivi al centro dell’allenamento e realizzi quanto sia grande. Ho avuto l’opportunità di svolgere la pre-season negli Stati Uniti, giocando contro la Juventus e il Tottenham, ho pensato che queste sono le opportunità che le grandi squadre ti possono dare, lavoro per continuare così. La mia crescita? Non so se sia stata perfetta o no, ma valuto quello che ho fatto per essere dove sono ed è bello pensare che se farò bene a Roma torneranno a vedere il calcio messicano, molto diverso rispetto a quello a cui sono abituati. Sono felice di giocare, se mi viene chiesto rispondo che lavoro per essere titolare. L’allenatore e il CT sanno dove posso dare il meglio, ma non ho la mentalità di giocare nella mia posizione e basta, perché spero di aiutare la squadra dovunque io giochi. La nazionale? Preferisco essere criticato, piuttosto che starne fuori”.