MANDURIA (Taranto) IL PRIMITIVO Doc di Manduria incassa risultati importanti tramite il Consorzio di tutela: lo stop a marchi ingannevoli e falsi in Italia, Spagna e Cile. Venti milioni di litri per la vendemmia 2017, una cifra che permetterà di produrre circa 25 milioni bottiglie destinate soprattutto ai mercati esteri come Messico, Sud Est Asiatico, Europa, Cina, Russia e Brasile, Uk, Belgio, Olanda e Germania. «Proprio perché è così amato all’estero anche per il suo straordinario appeal, il Primitivo di Manduria è il prodotto sul quale maggiormente si possono concentrare fenomeni di imitazione. – dichiara Roberto Erario, presidente del Consorzio di tutela del Primitivo di Manduria –. Una situazione alla quale abbiamo risposto, negli ultimi due anni, con una controffensiva senza precedenti in termini di vigilanza e tutela». Dall’inizio del 2017 sono attivi 3 agenti vigilatori che operano sulla bottiglia, prelevando i campioni dalla grande distribuzione e analizzandoli in laboratorio.